Energy, Power and Nature

 

Strategie di transizione verso la sostenibilità

I problemi socio-ambientali generati dall’appropriazione, conversione, trasformazione, distribuzione e uso dell’energia e delle materie prime sono sempre più evidenti. Il dinamismo delle formazioni sociali e i loro orizzonti di sviluppo sono strettamente connessi alla disponibilità di energia e materie prime. Un’analisi storica permette di capire che le fonti di energia e materia prima, così come il lavoro sociale organizzato per il loro utilizzo, siano cruciali per l’organizzazione sociale e le sue potenzialità evolutive. D’altra parte, la radicalità e profondità della crisi ecologica e della frattura metabolica tra società e natura, che si manifestano essenzialmente nei cambiamenti climatici e nella variazione di disponibilità di materie prime organiche e inorganiche, ha portato il problema dell’uso di risorse al livello dell’agenda politica globale.

Non vi è tuttavia certezza sull’attivazione nel breve periodo di una transizione energetica verso le fonti rinnovabili e di un’economia basata sulla circolarità che siano in grado di mitigare il cambiamento climatico. Così come non è molto chiaro se tale sperabile transizione riuscirà a riscrivere l’architettura di potere immanente alle reti energetiche, minerarie e lavorative mondiali. Non vi è certezza del fatto che l’energia diventerà un bene pubblico e non sarà più la principale commodity mondiale in grado di influenzare le principali fluttuazioni finanziarie mondiali e i prezzi delle materie prime, così come non vi è certezza sul fatto che comunità dell’energia decentrate e indipendenti saranno in grado di generare energia pulita per sé e per gli altri gratuitamente.

Gli scenari si sprecano, ma la materialità delle dinamiche energetiche che si intrecciano con i problemi di stabilità socio-economica di grandi aree del pianeta, con la disponibilità di materie prime cruciali come i cosiddetti “Critical Raw Materials”, con la mobilità di merci e persone gestita dalla logistica mondiale, con la produzione di cibo e la variabilità dei prezzi come nel caso dei cereali, del cacao, del caffè, della carne, con scenari di guerra locali e globali, con i problemi della crescita e della decrescita, indica che tale transizione sarà difficile e forse anche dolorosa, sebbene necessaria.

L’energia e le materie prime sono al centro del nostro modello di sviluppo, ma esse sono ai più invisibili, scontate, impalpabili, gestite da potenti reti di cattura, produzione, raffinazione, conversione, distribuzione e fornitura. Queste reti centralizzate governate da potenti corporation verticali, costituiscono il principale ostacolo a una transizione energetica e a un’economia circolare delle materie prime che già deve affrontare la resistenza e rigidità costituita da potenti apparati socio-tecnici unici in grado di trasformare energia ad alta entropia in energia usabile a bassa entropia.

Organizzato da:
Cattedra Unesco in Sviluppo sostenibile e Gestione del Territorio
Master Sostenibilità socio ambientale delle Reti agroalimentari
Laboratorio Solars
Dipartimento Culture, Politica e Società
Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari

Programma:

Giovedi 20 ottobre, 16,30 - 18,00
Scenari di economia circolare. Recupero di energia geotermica per l’agricoltura
Introduce Dario Padovan
Relatore Giuseppe Mandrone, Dipartimento Scienze della Terra

Giovedì 17 novembre, 14,00 - 16,00
Integrare economia circolare e LCA sociale: sfide e opportunità
Introduce Dario Padovan
Relatrice Nadia Tecco, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari

Giovedì 24 novembre, 14,00 - 16,00
Scenari di economia circolare. Strategie di microfondazione del metabolismo urbano
Introduce Dario Padovan
Relatore Alessandro Sciullo, Dipartimento Culture, Politica e Società

Giovedi 1 dicembre, 14,00 - 16,00
Smart Energy Grids. La transizione dei dispositivi socio-tecnici verso la circolarità. Una lettura deleuziana.
Introduce Dario Padovan
Relatore Osman Arrobbio, Dipartimento Culture, Politica e Società

Martedì 13 dicembre
16.00-18.00
La crisi ambientale e la crisi ecologica
Aurelio Angelini - Università di Palermo

Giovedì 15 dicembre, 14,00 - 16,00
Il contributo dei servizi ecosistemici verso scenari di economia circolare
Introduce Dario Padovan
Relatori Joachim Maes and Sara Sozzo JRC Europe

Gennaio 2017, 14,00 - 16,00
Agroecologia: modelli pratiche e sostenibilità (Una prospettiva per ricomporre produzione e consumo di cibo)
Introduce Dario Padovan
Relatrice Cristiana Peano, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari

 

 

 

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Contattaci

per qualsiasi domanda o informazione

Ecco come contattarci

Cattedra UNESCO
in Sviluppo Sostenibile e Gestione del Territorio
Università degli Studi di Torino

Dove siamo

  • Via Po, 18
  • 10124 Torino, Italia

Contatti

  • telefono: +39 011 670 2733
  • email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Facebook
  • Youtube